Lavorare nonostante la SLA – Ravenna

Giovedì  9 maggio l’ing. Soria ed il suo collega Michael hanno incontrato a Ravenna il sig. Manlio presso l’azienda in cui lavora. Manlio è un signore sulla cinquantina, molto simpatico e socievole come tutti i romagnoli, che in azienda occupa  un ruolo rilevante nella gestione delle risorse umane. All’incontro erano presente la moglie ed alcuni colleghi di lavoro.

Manlio è malato di SLA, sclerosi laterale amiotrofica, e per poter continuare a lavorare necessità di un ausilio informatico per utilizzare il computer senza le mani, non riuscendo più ad gestire il touch-pad del computer portatile.

FaceMOUSE in questo caso è l’ausilio informatico più idoneo, poiché Manlio è ancora in grado di muovere bene il capo, seppur con movimenti un po’ ridotti, e soprattutto necessita di utilizzare il computer in tutte le sue funzioni. Inoltre FaceMOUSE si potrà adattare nel tempo nel caso la sua mobilità si riduca ulteriormente,  fino a sfruttare il movimento residuo del labbro che comunque permetterà di continuare a gestire il computer autonomamente. Nel caso la malattia peggiorasse ancora L’Ing. Soria potrà proporre il nuovo puntatore oculare che sta sviluppando insieme al suo staff, che permetterà di scrivere con gli occhi utilizzando tecnologie a basso costo.

Dopo una breve dimostrazione dell’Ing. Soria, FaceMOUSE è stato installato sul notebook di lavoro di Manlio su cui sono state fatte le prove, affinché fossero il più vicino possibile all’utilizzo quotidiano delle applicazioni aziendali. L’unico adattamento di FaceMOUSE necessario è stato quello di aumentare la sensibilità del movimento del mouse per permettere a Manlio di gestirlo con spostamenti del capo di massimo un centimetro, a lui più congeniali.

In appena 10 minuti Manlio è riuscito ovviamente a muovere il cursore del mouse, gestire tutti i tipi di click e di scrivere; in particolare ha provato ad interagire con un foglio elettronico di excel su cui lavora frequentemente, riuscendoci con una certa facilità. Nonostante la sua abilità evidente Manlio “ha un po’ brontolato”, come ogni buon romagnolo, rendendosi conto di dover imparare un nuovo metodo di utilizzare il computer rispetto a quello finora adottato, ma di fatto riusciva già ad essere completamente autonomo come prima…
Dopo 10 giorni di prova, probabilmente sarà l’azienda ad acquistare FaceMOUSE per permettere al proprio dipendente di continuare a lavorare finché la salute lo consentirà.

Immagine

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

     

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>